Follow by Email

sabato 31 dicembre 2011

Sabba delle Streghe dell'Ultimo Sabato del Dodicesimo Mese

Dal momento che il Sabba delle Streghe dell'Ultimo Sabato del Mese ricorre quest'oggi nell'ultimo dell'anno, ho pensato ad un piccolo omaggio extra. Ormai è evidente che Honey sia gay, quindi possiamo "rivelare" questo simpatico tributo disegnato da Kira Saintclair.



"Farai meglio a stare attento...sto venendo a cercarti..."
...sempre la solita coatta...

Quelli che seguono sono dei "Wanted Poster" che ho disegnato nell'estate del 2010. Allora pensavo di trasferirmi in una casa dove poi non ho mai abitato... e pensavo di avere davanti una vita che poi è cambiata radicalmente. Ho disegnato questi piccoli poster come un rituale e volevo tenerne uno da appendere in casa nuova. Le cose non sono poi andate come  speravo e, guarda caso, dei tre poster non me n'è rimasto nemmeno uno. Gli originali sono comunque in buone mani e sono contento che un pezzo di quel periodo e delle speranze che in esso erano riposte sia adesso con tre persone a cui voglio molto bene.
 Wanted Poster "custodito" dal mio amico Francesco l.p. 011

 Wanted Poster "custodito" dal mio amico Giangi

 Wanted Poster "custodito" da mio fratello Tommaso "Palestrione"

E, infine, una pic "semi-inedita" ispirata al revival del D&D scatola rossa pubblicato dalla Goblinoid Games, "Labyrinth Lord". La dedico a tutti i giocatori di ruolo.

Che sia un anno prospero e significativo per tutti voi.
Ci vediamo Domenica 8 Gennaio per una nuova uscita di Honey. Data l'attesa, ci sarà un piccolo "extra". Auguri, amici. Auguri a tutti. 
Spectrum

sabato 24 dicembre 2011

INSOLITO AUGURIO DI NATALE

Sono tanti anni che ho smesso di essere un fan del Natale. Quando si è bambini, ovviamente, tutto ha un altro sapore.
Il Natale mi stucca, mi urta persino. Mi dà fastidio il rumore della gente, la scalmanata e folle corsa ai regali, la cieca adesione ad una festività che, per la stragrande maggioranza delle persone, non ha alcun significato religioso, ma è solo un'occasione per ingozzarsi fino all'impossibile e per scambiarsi doni.
Stupidità.
Avidità.
Negli anni compreso qualcosa, però.
Negli anni il Natale è rimasto invariato.
Ma sono cambiato io.
Così, se da bambino attendevo la visita di Babbo Natale, da più grande ho scoperto che questa figura, Santaclaus, deriva da San Nicola, che nei paesi nordici è conosciuto come Nikolaus, o Klaus, appunto. E' stata la Coca Cola a cambiare il mantello rosso dell'anziano monaco dalla barba bianca che faceva doni ai bambini poveri nell'abito che conosciamo oggi.
San Nicola era turco e visse intorno al 300 d.C.


A parte questa divagazione babbonatalizia, ho in seguito scoperto che il Natale non è altro che la sovrapposizione che la Chiesa ha imposto sull'antichissima festività del Solstizio d'Inverno. Una festa pagana, dunque, in onore del Sole. Le giornate in inverno tornano ad allungarsi e questo era motivo di grandi feste propiziatorie. Non riuscendo a sopprimere l'antica usanza pagana, la Chiesa vi sovrappose la Natività. La gente festeggiava lo stesso e amen.


Poi è venuto il Buddismo, e con l'insegnamento di Budda, Siddharta Shakyamuni, ho imparato ad accettare il Natale come celebrazione della Nascita in generale. Gesù come tutti i Bambini del Mondo: simbolo dei bambini, soprattutto di quelli che soffrono, che nascono -come nacque lui- in condizioni di grande povertà, disagio, indigenza. E sono moltissimi. Hanno fame. Vengono torturati. Vanno in guerra. Sono vittime di continui abusi, anche sessuali.
Allora questo simbolo di Gesù, il Bambino, mi è diventato improvvisamente caro, significativo.


Infine, comprendendo che il Natale, in origine, altro non era che una festa pagana per incontrarsi, festeggiare, mangiare, suonare e danzare... beh... non è poi così diverso da quello che facciamo adesso, no?
Quindi, dopo l'oscurantismo malvagio della Chiesa, il Solstizio d'Inverno ha ripreso il suo posto: ci si fanno doni, si mangia e si beve. Si vedono le persone care e si passa del tempo con loro. In più c'è il valore aggiunto della nascita del Bambino. Il Bambino per eccellenza: e così i bambini hanno la loro festa e la loro gioia.
C'è ancora il consumismo. C'è ancora la merda e la sporcizia un po' dappertutto.
Ma non è il Natale in sé ad essere sporco. Così come nessuna cosa.
Il Bene e il Male, il Paradiso o l'Inferno, Nascita-Morte e Terra Pura non hanno alcuna realizzazione se non nel cuore degli esseri viventi.


E così, dopo questo pistolotto sulla mia riconciliazione con il Natale, gli auguri arrivano anche da una Honey Venom un po' brilla, un po' tanto brilla, che forse sta bevendo un po' troppo in questi giorni di festa... non fidatevi troppo... è sempre lei, dopotutto.


Auguri a tutti, ragazzi. Avviamoci verso le celebrazioni di fine anno. Un anno che ha lasciato il segno su tanti di noi.
Spectrum


domenica 18 dicembre 2011

PRELUDIO - FINE

E siamo arrivati alla fine del "Preludio". E' stata un'avventura che ci ha tenuto compagnia dallo scorso 9 ottobre. Sono successe molte cose da allora ma, nonostante tutto, ho continuato a disegnare Honey. Ancora e ancora.
Spero di portare avanti questo blog all'infinito, o perlomeno il più a lungo possibile.
Inizialmente, come saprete se avete letto il primo post, ero indeciso se postare il Preludio o meno. Adesso, dopo quasi tre mesi, penso di avere fatto bene a postarlo. A conti fatti introduce le avventure che seguiranno. Il "Libro dei Nomi Dimenticati"... cosa sarà mai?


Ad ogni modo, dalla prossima uscita ci addentreremo nel "Crocevia della Morte", una saga divisa in quattro "stazioni". La prima "tappa" di questo viaggio porterà Honey a scontrarsi con nientepopodimeno che la Contessa Sanguinaria, Elizabeth Bathory, la quale sembra decisa a non restare sepolta nel suo castello in Slavia, circondata dalla quattro forche dei condannati.
A proposito del primo capitolo del "Crocevia": Honey NON esce nei giorni festivi. Quindi domenica prossima (Natale) non uscirà. Lo stesso dicasi per la domenica successiva (Capodanno). Sabato 31 posterò comunque una pic per la "collana" 'Sabba delle Streghe dell'ultimo sabato' del mese. Probabilmente ci sarà anche qualche altra sorpresina per Capodanno.
Spectrum

Nota:
Rilla Jerend, la razziatrice drow - (c) Ronin21
Geys Peterbrook, Principe dei Ladri - (c) Francesco l.p.'11

 Pag. 31

 Pag. 32

Pag. 33

domenica 11 dicembre 2011

PRELUDIO - Pag. 28-30

E siamo arrivati a 10 settimane. In pratica, tranne quei pochi "extra" che ci sono stati, questo è la 10° uscita di "Honey". Il Preludio sta per terminare e, a breve, inizierà il primo capitolo del "Crocevia della Morte". Nuovi personaggi, comprimari e inauditi (?!?) villain stanno per apparire all'orizzonte...
Il mio amico Angs, fumettista e disegnatore (a lato trovate i link per la sua gallery su DeviantArt e per il suo webcomic BattleSuitGirls) mi ha fatto un regalo splendido quanto inaspettato. Un wallpaper per il Blog. Me lo ha inviato la settimana scorsa, e ho pensato che sarebbe stato un bel modo per "festeggiare" le prime dieci settimane.


Spectrum

Pag. 28

 Pag. 29

Pag. 30

giovedì 8 dicembre 2011

Tanti anni dopo


Tanto, tanto tempo fa visse un uomo.
In questo giorno, in quel lontano passato, quell'uomo decise di parlare agli altri di uguaglianza, di libertà, di superamento della sofferenza, di dignità per tutti gli esseri.
Se quel giorno quella persona avesse deciso di non andare in giro per il mondo a parlare di quello che aveva visto, di quello che aveva intuito, probabilmente il mondo non sarebbe lo stesso.
Di sicuro IO non sarei lo stesso.
Così, anche se tanti secoli, millenni, ci separano, io so di dovere molto a quell'uomo eccezionale e quindi, dopo quasi tremila anni, nel giorno nel quale ricorre l'Evento, io voglio ricordarlo in modo consono a questo Blog: con un fumetto.
Ho provato e riprovato. E ho fallito.
Ma non volevo che questo giorno passasse così, inosservato.
L'8 dicembre non è sacro solo per i cristiani.
Così ho indegnamente scelto poche pagine da uno dei capolavori di un grande maestro del fumetto mondiale, Osamu Tezuka. Lui è sicuramente stato "IL" grande maestro del fumetto giapponese.
Il lavoro in questione, così come la persona che voglio ricordare con affetto e gratitudine è "Buddha", pubblicato in Italia da Hazard.







Buddham saranam gacchami           -      Prendo rifugio nel Buddha
Dhammam saranam gacchami        -      Prendo rifugio nel Suo insegnamento
Sangham saranam gacchami           -      Prendo rifugio nella fratellanza degli esseri viventi

Namo-amida-butsu                          -         Ave, Buddha. Vita e Luce Infinita.