Follow by Email

mercoledì 27 maggio 2015

Arriva LA CONTESSA D'ALBA!!!


La Contessa d'Alba è un racconto con protagonista Honey Venom, scritto dal mio amico Valerio la Martire, il quale è già autore di diversi romanzi, l'ultimo dei quali, NEPHILIM - Guerra in Purgatorio, edito da Armando Curcio sta avendo ottimi riscontri. Oltre alla copertina e alla retrocopertina, ho disegnato alcune illustrazioni interne. I colori sono stati curati da Fabio Lo Monaco.

Io e Valerio portiamo questo progetto in anteprima a Nera d'Inchiostro, il Festival delle storie a fumetti, del romanzo e delle arti che ci girano intorno, il quale si terrà a Narni (TR) dal 29 al 31 maggio.

Sebbene "La Contessa d'Alba" viene presentato a Nera d'Inchiostro, è già disponibile in prevendita, pertanto se foste interessati non vi resta che cliccare QUI e acquistare la vostra copia.

Se siete dei fan di Honey non potete davvero perdervi questa fiaba nera!

"Il Bosco Semprebuio è un luogo oscuro, popolato di goblin, fate e spiriti malevoli. Nel suo punto più segreto si trova la casa di due streghe potenti e pericolose che vi auguriamo di non incontrare mai.
Cosa hanno a che fare un diavolo alla ricerca di un corpo, la ragazza di un bordello, la blasonata famiglia dei d'Alba e la pluriricercata strega e assassina Honey Venom?
Molto, a quanto pare.

Una storia di magia, omidici e sesso, raccontata da Valerio la Martire e ambientata nel mondo oscuro del fumetto di Honey Venom, creato e disegnato da Spectrum."

martedì 26 maggio 2015

Bolle e sobbolle il contenuto del calderone delle streghe...

La candela nera spandeva una luce violacea sui libri dalle pagine bianche e, di tanto in tanto, si aveva l'impressione di scorgere delle formule e dei simboli, come se comparissero al primo bagliore, per poi sparire al sopraggiungere di una nuova ombra.


L’altare dall’altro lato era di legno scuro e aveva delle offerte votive: delle mele impilate su di un piatto per i coboldi, un pezzo di carne fresca e sanguinolenta per i goblin e un bicchiere di acqua profumata per le fate.


Solo chi scopriva il segreto del naso del goblin poteva accedere alle sale segrete della casa delle Streghe. Individuato il mostriciattolo di pietra, contro ogni buon senso, bisognava infilare un dito dentro la narice fino a raggiungere il tasto sul fondo. Il meccanismo scattava sordo e la botola si apriva veloce rivelando il passaggio verso un antro buio.


Come previsto da Elyss la notte è scura: il cielo coperto dalle nuvole e la luna bassa all'orizzonte. Le condizioni perfette per il lavoro che devo fare.


Una figura scura, quasi invisibile nelle ombre, si stava arrampicando sulle pareti scoscese di una delle torri di guardia del castello. Le sue mani e i suoi piedi poggiavano sulla pietra levigata senza dover cercare alcun appoggio.


Per incontrare il loro ospite avevano dovuto operare una serie di incantamenti e malefici che potessero tenerlo sotto controllo. Era stato lui a contattarle, ma con i diavoli non si può mai sapere come va a finire.


Elyss era in piena tenuta da studio: palandrana beige, spessi occhiali da lettura, pila di libri accanto alla sedia e pennino sull'orecchio. Sul tavolo era poggiata una pietra trasparente nella quale bruciava una malevola fiamma rossa.


Honey era scivolata fuori della tuta nera come una farfalla dalla crisalide, mostrando un reggiseno che conteneva a malapena il suo seno prosperoso. Si mise carponi nel letto e fece l’occhiolino alla ragazza.


Le storie del vostro mondo iniziano con "Era una notte buia e tempestosa" e finiscono con "… e vissero per sempre felici e contenti", dopo che la strega cattiva è stata bruciata e la ragazza orfana sposa un bel principe. Le storie del mio mondo sono tutto il contrario e se questo non vi aggrada allora vi consiglio di cambiare aria perché nell’avventura che sto per narrarvi la ragazza non
sposerà un bel principe, nessuno vive per sempre felice e contento e la strega non brucerà affatto.

Con affetto,
Honey Venom

venerdì 22 maggio 2015

300



Festeggiamo i 300 like sulla pagina Facebook di HONEY VENOM!
I colori sono del bravissimo Fabio Lo Monaco.

giovedì 21 maggio 2015

Anche Elyss ha paura!


Succede anche ad Elyss Greenvich Duinarh, la più terribile delle streghe, la compagna di Honey, di avere paura... E questo individuo le fa paura. O forse, più semplicemente, la inquieta profondamente.
E perché? Per quale motivo?

Risposte che arriveranno nelle prossime storie di Honey Venom, dove andremo a scoprire molte cose sulle nostre streghe, sul loro passato, sui loro amici, i loro nemici e sul mondo nel quale vivono!

lunedì 18 maggio 2015

Spectrum a NERA D'INCHIOSTRO


E allora, zucchette!
A fine maggio sarò a NERA D'inchiostro, il Festival delle storie a fumetti, del romanzo e delle arti che ci girano intorno.
L'evento si svolge dal 29 al 31 maggio.
Allo stand potrete trovare il volume di Honey Venom e la Cosa che striscia dall'Inferno, stampe che ritraggono Honey e Lentiggini in varie...situazioni, i segnalibri delle streghe e anche qualche sorpresa... ma è ancora presto per parlarne in dettaglio. Verrà tutto rivelato nei prossimi giorni.
Assieme a me troverete anche Francesco L.P.015 (autore di romanzi, fumetti, articoli e saggi sul mondo del fumetto e del cinema di genere e dell'orrore) e Valerio la Martire (autore de I ragazzi geisha e di Stranizza) i quali presentano le loro ultime fatiche, rispettivamente "Che l'inverno ti sia lieve" e Nephilim.
Nera d'Inchiostro è un evento MOLTO interessante e l'ingresso è gratuito! Come se non bastasse, Narni (provincia di Terni) è splendida e si mangia molto bene. La sera, se guardate il cielo con attenzione, potreste vedere Honey ed Elyss a cavallo di una scopa!

Honey è la 36° pillola!



Honey Venom recensita su "Le 110 Pillole"!
Andate a leggere!

venerdì 15 maggio 2015

Passo dopo passo...


Finita la prima storia. 54 pagine. Come vedete dalla data riportata sulla prima pagina (settembre!) c'è voluto un sacco di tempo, ed è questo il motivo per cui dico di essere in ritardo sulla tabella di marcia. 
Il problema è che in mezzo, da settembre 2014 ad oggi, ci sono stati tanti eventi. Iniziare ad andare in giro per mostre ha implicato preparare il materiale (volantini, roll-up, disegni da consegnare assieme ai primi volumetti venduti) e questo ha causato notevoli ritardi nella procedura d'inchiostrazione della prima storia. 
Poi è stata la volta di un progetto nuovo che vedrà la luce fra pochi giorni (ne avete già avuto un post d'assaggio qualche giorno fa, "Qualcosa bolle in pentola…"). 
Insomma, tanti impegni hanno reso lunga, faticosa e difficoltosa l'inchiostrazione di questo primo capitolo del nuovo volume. Da ieri ho iniziato a lavorare alla seconda storia. Eh sì, perché il nuovo volume sarà un'antologia di storie su Honey, su Elyss e sul loro mondo cupo e fiabesco.

martedì 12 maggio 2015

Qualcosa bolle in pentola...



Il Bosco Semprebuio è un luogo oscuro, popolato di goblin, fate e spiriti malevoli. Nel suo punto più segreto si trova la casa di due streghe potenti e pericolose che vi auguriamo di non incontrare mai.





Chi si addentra nel Bosco Semprebuio smarrisce presto la strada, finisce per seguire la luce di un fuoco fatuo o la voce di un goblin dispettoso, addentrandosi ancora di più nel fitto di questo luogo oscuro.





Nel mezzo della stanza vi erano un tavolo tondo e quattro sedie. Sul tavolo erano appoggiati un grosso zaino nero, una borsa piena di monete, due lunghi pugnali con else a forma di zucca ghignante e un bastone ricoperto di rune e simboli magici.